Avvertenze

Leggere attentamente quanto riportato in questa pagina!!!!!

Sempre più frequentemente nelle televisioni e nei giornali viene pubblicizzata questa tecnica chirurgica mininvasiva percutanea.
Per essere eseguita correttamente richiede una preparazione specifica di anni.
Troppo spesso chirurghi, anche NON Ortopedici, si cimentano con questa chirurgia senza valutarne i rischi.
I pazienti sono sempre in buona fede e non sanno che il chirurgo che è di fronte a loro non ha quelle specifiche competenze che questa operazione richiede e molto spesso non conosce neppure le molteplici alterazioni patologiche che colpiscono il piede.
Recentemente la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia si è espressa a proposito su questo argomento scrivendo:

“ I risultati presenti sulla chirurgia mininvasiva dell’alluce valgo sono espressione di casistiche raccolte in centri di eccellenza da specialisti esperti. Al chirurgo meno esperto si impone pertanto di considerare la necessaria curva di apprendimento nell’avvicinarsi alla metodica e di effettuare un adeguato percorso di formazione prima di introdurla routinariamente nella propria pratica clinica.”.

Quindi, il consiglio è innanzi tutto quello di sincerarsi che:
• il chirurgo che vi sta di fronte sia, prima di tutto, uno Specialista in Ortopedia, perché le patologie del piede sono molto spesso collegate ad altri distretti del nostro organismo come ginocchia, anche, bacino, colonna vertebrale.
• Abbia una comprovata esperienza con una ampia casistica di interventi effettuati.